Aidone

Attraverso la strada statale 117 bis raggiungere Aidone. Lungo il percorso, a circa 10 km da Enna, imboccando la SS 561, potete visitare:

  • la Riserva naturale speciale del lago di Pergusa, l’unico lago naturale della Sicilia centrale, appartenente al Geopark del Rocca di Cerere. La Riserva naturale che lo circonda conserva aree archeologiche che testimoniano antichi insediamenti risalenti all’età del rame.
    http://www.riserveenna.it/LagodiPergusa/Presentazione.aspx
  • Il Parco di Proserpina, posto di fronte al lago, intitolato alla dea rapita nel lago, da Plutone, offre un’area attrezzata per escursioni e relax, e conserva pannelli divulgativi, molto interessanti dal punto di vista scientifico, realizzati dall’università Kore che ha anche curato tabelle specifiche per la catalogazione della flora del parco.
  • Pergusa -Lago di Pergusa

I pannelli riguardano:
“Il Mito del Ratto di Proserpina”
“La Storia del Villaggio Pergusa”
“La Selva Pergusina”
“La Riserva Naturale Speciale del Lago di Pergusa”
“Le Riserve gestite dall’Azienda Foreste Demaniali di Enna
“L’Area Archeologica di Cozzo Matrice”

http://www.riserveenna.it/LagodiPergusa/IlParcoProserpina.aspx

Continuando il viaggio per raggiungere il primo mulino di Aidone, si imbocca la statale 117bis, che attraversa il polmone verde della Riserva Naturale Orientata Rossomanno, Grottascura, Bellia. Vi troverete immersi nella ricchissima vegetazione della Riserva, al cui interno, vi è il Parco Ronza, un’area comodamente attrezzata, tra le più grandi della Sicilia, in grado di accogliere centinaia di visitatori con panche, tavolini, sedili, altalene, punti di cottura, fontane, voliere e aree recintate dove si possono vedere daini, istrici, capre, cinghiali. Il parco è privo di barriere architettoniche.
La Riserva include un vivaio per la produzione di piantine forestali da rimboschimento, all’interno del quale è presente una biblioteca ambientale, fornita anche di un erbario. la Inoltre, ospita la sede del Centro di recupero per la Fauna Selvatica.

  • Aidone- Riserva Rossomanno- Parco Ronza - area attrezzata
  • Aidone- Riserva Rossomanno- Parco Ronza - ingresso
  • Aidone- Riserva Rossomanno- Parco Ronza - area attrezzata

La Riserva è definita anche Parco archeologico, poiché dei resti testimoniano che fu abitata in epoca remota, fin dall’età del rame (VIII – VII sec. a.C.). Il bosco è facilmente percorribile sia a piedi che in mountain bike; percorsi didattici sono consultabili sul sito della riserva.
http://www.riserveenna.it/RossomannoBellia/Presentazione.aspx

Uscendo dalla riserva, riprendere la statale 288 e dirigervi sulla strada provinciale 35a e poi 35b, nell’alta Valle del Gornalunga, ai piedi delle alture di Morgantina, si ergono tre ruderi dei mulini ad acqua costruiti a pochi metri dalla strada.
Il primo è il mulino Scalisi, posto più a valle a dimostrazione che l’alimentazione idrica avveniva a cascata.

Più avanti incontriamo i ruderi del Molinetto, posto più in alto del precedente.
Ancora più avanti l’ultimo rudere ma più imponente e più antico dei mulini, denominato Battia. Di essi restano parti delle torri e le canalizzazioni.

  • Aidone- mulino Scalisi- torre e canalizzazione
  • Aidone- mulino Mulinetto - canalizzazione

Da vedere

Morgantina

Strada statale 288 –
La vicina Morgantina, definita la Pompei sicula, fu abitata fin dalla preistoria. I resti più antichi finora noti di un abitato sono stati ritrovati sul colle della Cittadella e risalgono al XIII secolo a. C., periodo in cui la zona centrale della Sicilia, secondo la tradizione storica, viene occupata dai Morgeti popolazione alla quale Morgantina deve probabilmente il nome. 
Sempre sullo stesso colle della Cittadella, a partire dal VII sec.a.C. si sviluppa un insediamento del quale sono stati messi in luce alcuni edifici pubblici che conservano notevoli esemplari di terrecotte architettoniche. Nel 459 a. C. questo abitato venne assediato e distrutto dai Siculi di Ducezio. Intorno alla metà del V secolo a.C. una nuova città sorge nella vicina Serra Orlando caratterizzata da un impianto urbanistico ortogonale tipico delle città greche di nuova fondazione. 
Nel III secolo, soprattutto durante il regno di Ierone, la città cresce in floridezza come si evince dai resti degli edifici monumentali di quell’epoca e dai ricchi corredi delle abitazioni. 
La risistemazione dell’agorà, dopo la distruzione del 211 a. C., e l’esistenza di edifici databili fino al 50 a. C. circa, documentano la fase romana della città che successivamente, in età romano-imperiale, subisce un progressivo abbandono. A seguito degli scavi condotti, sin dagli Anni Cinquanta dalla missione della Princeton University e poi della University of Virginia, sono stati rinvenuti reperti archeologici custoditi nel Museo archeologico di Aidone. Tra essi, l’importante statua della Venere di Morgantina e due acroliti raffiguranti le dee Cerere e Persefone.

Rimanendo in tema dei mulini ad acqua, benché fossero utilizzati in epoche remote in forma rudimentale, anche a Morgantina troviamo testimonianze attinenti alla molitura, alla conservazione del grano e all’adorazione delle dee: Demetra e Persefone che ci accompagnano lungo l’itinerario. In particolare: la stoà est e il granaio est, le pietre laviche utilizzate per la molitura a mano del grano, il santuario centrale, dedicato alle Dee Demetra e Persefone.

Altro impianto importantissimo, ritrovato nella città di Morgantina, é costituito dalla grande fornace, utilizzata sia per la lavorazione delle terrecotte ad uso casalingo e destinate all’edilizia.
http://www.aidone-morgantina.it/morgantina.html

  • Aidone – Morgantina - ingresso
  • Aidone – Morgantina – granaio e stoà est
  • Aidone – Morgantina – macine in pietra lavica
  • Aidone – Morgantina – tempio di Demetra e Persefone
  • Aidone – Morgantina – tempio di Demetra e Persefone
  • Aidone – Morgantina – la grande fornace

Museo Archeologico di Aidone

sito nel centro storico di Aidone, in Largo Torres, conserva numerosi reperti di Morgantina, la Venere di Morgantina e i due acroliti che raffigurano le dee Persefone e Demetra.
http://www.aidone-morgantina.it/museo-archeologico.html

ll Castello medievale di Aidone o Castellaccio

I ruderi si trovano a nord del centro abitato del paese, sulla salita del castello, e domina la vallata del Gornalunga, da cui è possibile ammirare un meraviglioso panorama a 360°.

Info guide: Pro Loco Aidone- cell. 333 1791293

http://www.prolocoaidone.it/

 

Cenni Storici

Le origini e la fondazione di AIDONE, o Ayn-dun, fonte d’acqua in arabo, sono attribuibili al periodo arabo-normanno anche se gli storici Gioacchino Mazzola, Vincenzo Cordova e Filippo Cordova, sostennero che sulla Cittadella l’antica Herbita ovvero MORGANTINA , fosse stato edificato uno dei sei Monasteri benedettini.

Secondo alcuni studiosi, il paese fu fondato dai Normanni, durante la conquista della Sicilia e in seguito alla cacciata degli Arabi. Questi ultimi crearono tre moschee sulle quali, in seguito, furono edificate tre chiese cristiane.
Gran parte delle abitazioni furono edificate lungo il fiume Gornalunga che, nei secoli, alimentò i mulini ad acqua di Aidone, con il sistema a cascata ereditato dagli Arabi.
I Normanni, che lasciarono l’impronta linguistica gallica e che a tutt’oggi ne influenza il dialetto locale, tracciarono, pian, piano, l’impianto urbanistico del paese, attorno cui fecero edificare importanti monumenti.

  • Aidone – Chiesa Madre
  • Aidone – stradario

www.comune.aidone.it

Strutture ricettive

Azienda Agrituristica Il Mandorleto di Maurizio Stellino

Contrada Gerace 94100 Enna (En)
Tel./Fax 0935 541 389   –  0935 1928926 – Maurizio (+39) 333 29 23 930 – Alessandro (+39) 338.8095286
info@ilmandorleto.it
GPS 37.46782 N – 14.24876 E

Azienda Agrituristica Pollicarini

Contrada Pollicarini 94100 Pergusa (Enna) – SS 561 Km 7
Tel/Fax: (0039) 0935.541982 – Cell: 388.7964008 – 320.8847461 
www.bagliopollicarini.it
GPS Coordinates: 37.511836454080196 N, 14.321837425231933 E

B&B Demetra

Via Pier Santi Mattarella, 9 – Tel./Fax 0935.86013
http://www.bebdemetra.it/
tel. 329/3093249

B&B Il Ponte

via Terranova, 67- tel: 0935600015-cellulare: 3293093249
http://www.ilponteaidone.altervista.org/

B&B l’Alternativa

via Senatore Cordova, 92  – 39 3381543795

B&B da Alfredo e Filippa

piazza Filippo Cordova- Tel/Fax:  0935 86610 – cell: 339 10 71 102

BED AND BREAKFAST   La Venere

Via San Michele, 49
Telefono: +390935600010  – Cellulare: (+39) 3386392689
http://www.lavenerevacanze.it/

B&B AL CAMINETTO

Via Santità – 94010 Aidone, tel. 0935.87639 cell. 3382589060

Strutture di ristorazione

EYEXEI (Cucina contadina e menù a la carte)

Area archeologica di Morgantina
cell. 3687190257 – 3332780848
http://www.ristoranteeyexei.com/

VECCHIA AIDONE (Cucina gourmet, piatti rivisitati e con prodotti locali)

Via Senatore Cordova, 90 – tel. 0935.87863

Come arrivare

Da Catania
aeroporto Fontanarossa: Autobus di linea Etna Trasporti
In Auto: autostrada A19 Catania/Palermo. Imboccata l’autostrada, uscire ad Enna (73 km circa). Procedere lungo la SS 561 in direzione Pergusa. Si devia poi sulla SS 117bis, in direzione Aidone (35km circa).

Da Palermo
In autobus Palermo-Piazza Armerina e Piazza Armerina- Aidone
Pa-Piazza Armerina: Terminal bus, via P.Balsamo, 16 (Piazza Stazione FS) Autobus di linea Sais Autoline

Piazza Armerina/ Aidone (Piazza Cultreri) si effettuano corse tutti i giorni, ogni ora circa, dalle 07.45 alle 21.10, autobus di linea Etna Trasporti (per informazioni dettagliate sugli orari vediwww.interbus.it)

In auto da aeroporto falcone-Borsellino:
A29 direzione Palermo, seguire le indicazioni sulla circonvallazione per imboccare la A19 Palermo/Catania. Imboccata l’autostrada, uscire ad Enna ( 20 km circa). Procedere lungo la SS 561 in direzione Pergusa (9 km circa). Si devia poi sulla SS 117bis, in direzione Aidone (35km circa).

FESTE E SAGRE

Festa di san Filippo Apostolo

1 maggio

Pasqua e Settimana Santa

e la suggestiva “giunta” della domenica di pasqua

Lascia un commento